L'AIPD Cosenza in primo piano

Uso dei Facilitatori e delle Tecnologie informatiche

Il Seminario che ha coinvolto genitori e insegnanti ha affrontato il tema dell’uso dei facilitatori e delle tecnologie informatiche nella scuola, per il successo di tutti. Nel corso dell’incontro, re- latore il Prof. Albertini, il quale ha parlato di come si possa rendere più facile l’apprendimento introducendo nelle scuole il Cooperative Learning, oppure utilizzando ausili informatici, utili non solo nel caso di alunni con disabilità. Il Cooperative Learning costituisce una specifi ca metodologia di insegnamento attraverso la quale gli studenti apprendono in piccoli gruppi, aiutandosi reciprocamente e sentendosi corresponsabili del reciproco percorso. L’insegnante assume un ruolo di facilitatore ed organizzatore delle attività, strutturando “ambienti di appren- dimento” in cui gli studenti, favoriti da un clima relazionale positivo, trasformano ogni attività di apprendimento in un processo di “problem solving di gruppo”, conseguendo obiettivi la cui realizzazione richiede il contributo personale di tutti. Tali obiettivi possono essere conseguiti all’interno dei piccoli gruppi di apprendimento gli studenti sviluppano determinate abilità e competenze sociali, intese come un insieme di “abilità interpersonali e di piccolo gruppo indispensabili per sviluppare e mantenere un livello di cooperazione qualitativamente alto”. Durante il seminario che ha attirato l’attenzione degli insegnanti è stato presentato anche un software ancora in fase di realizzazione da un gruppo di studenti dell’Unical, progetto nato dalla collaborazione tra Università e MIUR , che ha attirato l’interesse degli uditori per l’applicazione che potrebbe avere nel caso di persone che hanno problemi di linguaggio. A seguire la Prof. Monardo del Liceo Classico “ Gioacchino da Fiore” di Rende ha presentato la sua attività didattica, già sperimentata nelle sue classi, dove riesce a passare da una lezione frontale ad un lavoro di gruppo per poi giungere ad una attività con il PC seguendo sempre lo stesso canovaccio. G.Viola ha presentato le procedure per la costruzione di un PEI e del progetto di vita.

Di seguito la locandina legata all’evento:

EV4

Alessio PerroneUso dei Facilitatori e delle Tecnologie informatiche